A un certo punto, lungo il percorso della tua attività, ti sarà capitato di paventare l’idea di chiamare un professionista del digitale. Può essere un webdesigner, oppure qualcuno specializzato nella comunicazione digitale, in strategie per i social, nella scrittura di testi per il web, o anche uno sviluppatore o un esperto SEO… i mestieri intorno al mondo del digitale sono moltissimi e ognuno con una specifica competenza.

Ecco, io oggi voglio proprio convincerti a non chiamarlo se ti riconosci nell’elenco di ragionamenti qui sotto. Abbiamo già parlato, qualche tempo fa, di quali sono le strade percorribili tra il fai da te o chiamare un professionista, ma, dato che l’esperienza insegna, voglio cercare di chiarire per te e per tutti i colleghi che lavorano nel mare magnum del web in quali casi è decisamente meglio lasciar perdere.

Vuoi chiamare un professionista del digitale? Ripensaci

Vediamo quali sono le sei buone ragioni per cui, secondo me, non dovresti proprio chiamare un professionista del digitale:

  1. pensi che questo genere di professione, dal creatore di siti web al social media manager, possa farlo chiunque, infatti di solito lo facevi fare alla stagista, ma poi lo stage è finito
  2. anzi, pensi che, con qualche piccolo accorgimento, puoi farlo proprio tu
  3. non vuoi investire in un corso (spoiler: sono costosi)
  4. stai ragionando: “mi faccio spiegare quattro ca**ate e poi sono pronto per conquistare il web da ogni lato”
  5. non c’è differenza, secondo te, tra chi progetta un sito e chi si occupa di comunicazione
  6. non hai nessuna intenzione di aspettare, che ci vuole a pensare le quattro ca**ate di cui sopra?

Ti sei riconosciuto in questi ragionamenti? Fermati! Non chiamare me, e, dopotutto, nemmeno qualcun altro.

Fine ironia: ecco perché questi ragionamenti sono deleteri per tutti, per te in primis

Chi è dotato di ironia avrà capito ciò che stavo cercando di dire fino a questo punto, chi no… Be’, questo articolo è per un altro target.

Ma ora mi spiego meglio. Come ho già detto nei precedenti articoli, non penso che sia impossibile occuparsi del proprio, piccolo mondo digitale da soli. Si può fare, ma ciò richiede preparazione e tempo, gli ingredienti che noi tutti, quelli che rilasciamo regolare fattura per i nostri servizi, abbiamo dovuto impiegare. Io mi sto ancora facendo massacrare da quelli di Copy42, un po’ perché sono masochista e un po’ perché ritengo che investire nella propria attività sia davvero importante.

Ad esempio, mai mi sarei fatta il sito da sola. Tempo fa avevo un blog dove scrivevo ed era autogestito, ma, nel momento in cui ho deciso di intraprendere seriamente l’attività di freelance (qui ti ho raccontato come tutto è iniziato) ho deciso di fare due passi che richiedono investimento:

  • mi sono affidata a un commercialista
  • mi sono fatta fare il sito da una talentuosa webdesigner, Nicole Curioni

Quindi, quando ti trovi a farti il sito da solo, oppure ad annaspare con una comunicazione che non funziona o semplicemente a cui non stai dietro perché richiede un sacco di tempo, ancora prima di chiamare un professionista, chiediti davvero cosa ti aspetti e quanto vuoi investire. È sufficiente essere onesti, nulla di più.

Ad esempio pensi di farti fare un preventivo per tutto lo scibile digitale, e poi acquistare il punto meno costoso (aggiustare il footer del tuo sito) perché così speri di capire come funziona e poi proseguire da solo, oppure chiedi di ottimizzare i tuoi articoli in ottica SEO, ma poi vuoi sapere passo passo come funziona e come scegliere le keyword tramite strategia opportuna, e… “mi rispieghi come funziona quella roba della semantica?” Be’… quello è un altro servizio, si chiama formazione e ha un costo.

Anche se trovassi qualcuno che, con pazienza, ti spiegasse alcuni dettagli, è improbabile che tu riesca a fare tutto nel migliore dei modi, adesso e in futuro, semplicemente perché quella persona fa quel lavoro ogni giorno, si aggiorna, ha studiato e ha fatto esperienza.

È un po’ come se chiamassi un muratore per farmi fare 50 cm quadrati di muro per vedere come si fa, tanto poi continuo io. Insomma, non aspettarti grandi risultati, se vuoi procedere in questo modo. Torna al punto investimento:  il valore ha un costo preciso.

Anche il tempo ha il suo valore

Adoro quei clienti ai quali non serve spiegare che una strategia di comunicazione richiede un sacco di tempo, e se la vuoi dall’oggi al domani, semplicemente hai un problema: o sei poco organizzato, oppure dovresti capire meglio che cos’è una strategia di comunicazione seria.

Poi, diciamola tutta: se chiami qualcuno che è completamente libero di fare oggi stesso quello che hai chiesto, che sia scrivere un articolo, occuparsi del naming oppure, addirittura, della strategia per i tuoi social, non ti viene un leggerissimo dubbio?

Vuoi un lavoro fatto bene? Ci serve tempo, a me e a te. Quando partiamo, partiamo per bene, armati fino ai denti, non con lo zaino delle giovani marmotte.

Bene, ora che ho demolito ogni tua speranza, puoi decidere di essere masochista tanto quanto me e iscriverti alla newsletter al form qui sotto. Di solito do anche buoni consigli, giuro: te li ricordi i 10 passi per scrivere i tuoi articoli in ottica seo?

 

Iscrizione alla newsletter

Vuoi restare aggiornato sui miei contenuti? Iscriviti alla newsletter!

Please wait...

Grazie per la tua mail! Prometto che ne farò buon uso