A corto d’idee per la digital strategy del 2021? I cambi repentini del 2020 ti hanno lasciato con l’amaro in bocca, e ora non sai da che parte iniziare.

Secondo me dovremmo tutti partire con una grande lezione che questo anno funesto ci ha portato: non possiamo controllare nulla, tanto meno il nostro piano editoriale! Questo, però, non deve farci venire ansie o preoccupazioni: è proprio il segnale da cui partire per costruire una comunicazione maggiormente flessibile e inclusiva, improntata sull’altro e non solo su noi stessi, ma anche considerare un modello di business pronto a modellarsi a seconda dei cambiamenti coi quali ci troviamo a fare i conti ogni giorno e che hanno un impatto su di noi.

Le cinque idee per la tua digital strategy nel 2021, quindi, più che essere singole idee operative su cui lanciarsi, sono anche consigli e riflessioni, perché la nostra strategia digitale dev’essere un piacere, mai un dovere. La necessità di essere flessibili e pronti ai cambiamenti non deve costituire un difetto ma un vantaggio. Perché sia così dobbiamo essere centrate e concentrate su ciò che vogliamo comunicare, e non parlo del singolo post sui social ma di concetti molto più generali che guardano più da vicino il nostro business e i suoi valori: se abbiamo solide certezze su questo, non sarà così difficile né improvvisare né fare cambiamenti.

5 idee per la comunicazione e digital strategy del tuo 2021

Le persone non comprano prodotti o servizi, ma relazioni, storie, magia

Seth Godin

  1. Condividi valore: sono partita con questa citazione importantissima per introdurre la prima idea, che dovrebbe essere un faro per ogni anno, mese, giorno. Lungi dall’essere solo fuffa, questo concetto deve entrare nella testa di chi si appresta a fare comunicazione digitale. Il marketing così come l’hai conosciuto negli anni ’80 o ’90 è morto (per fortuna, direi)! Valore significa creare contenuti utili, condividere sapere e metodo, fare rete, offrire aiuto, competenze attraverso la nostra comunicazione e la nostra professione. Non significa affatto regalare, al contrario, implica proprio creare occasioni di business.
  2. Dai un’occhiata a Pinterest: siamo partite con qualcosa di molto filosofico, ora passiamo a roba pratica! In Italia Pinterest è un (bel) po’ in ritardo, o per meglio dire siamo noi in ritardo con Pinterest, ma, vista la saturazione di Instagram, io personalmente mi sto muovendo per conoscerlo meglio. Se ti va di visitare il mio profilo, eccolo qua, ma ti avviso, ci sto ancora lavorando, è in versione beta test! Per il semplice fatto che non va bene utilizzare lo stesso piano editoriale degli altri social, Pinterest ha regole interne precise e merita tempo. Però sempre più professioniste si stanno muovendo lì e c’è un bel po’ di sinergia positiva (oltre a una sacco di immagini e contenuti utili, torniamo al punto1!)
  3. Prendi in considerazione i video: non devi inventarti chissà che, basta pescare dal tuo blog  e creare video in cui racconti le stesse tematiche ma con la tua voce, il tuo viso, il tuo modo di fare, la tua empatia. Lo condivido con te perché questo è uno dei miei obiettivi per il prossimo anno, lo progettiamo insieme? Ne parlerò più avanti, partiamo dal fatto che è necessario scegliere una piattaforma (YouTube, Vimeo), una buona videocamera e prepararsi un mini set con la luce giusta,  e poi ci si prende gusto! L’ho sperimentato con il videocorso di scrittura online.
  4. Pesca dal tuo blog: te l’ho scritto sopra e te lo ripeto qua, i contenuti si possono sempre riutilizzare, elaborare, spezzettare! È un po’ la filosofia del maiale della mia amica e collega Pivanelsacco, non si butta via niente! Quindi, fai un giro sui vecchi articoli del tuo blog e pensa a come poterli sfruttare per dei post sui tuoi social, nuovi di zecca. Utilizza elenchi, infografiche (per Pinterest ci sono modelli standard su Canva, per esempio!) e rielabora. Non hai un blog? Male, malissimo, ti serve assolutamente un piano editoriale che sia SEO friendly, stiamo parlando di strategia digitale e questo non può mancare!
  5. Cura il tuo sito:  ti ho parlato al punto 4 dell’importanza del blog, ma ovviamente tutto il sito deve essere al primissimo posto, anziché ultimo, tra le idee per la digital strategy del tuo 2021. È il tuo canale proprietario, da lì tutto deve partire e tutto tornare, un flusso di contenuti coerente e unitario. Fai un check del tuo sito, controlla la velocità di caricamento, controlla che non ci siano pagine che danno errori, verifica i link interni e i bottoni, che funzionino tutti correttamente. Fai un check delle pagine dei tuoi servizi o prodotti: sono da aggiornare? E le call to action, sono chiare? Quanto traffico ricevi, e per quali chiavi di ricerca? Si potrebbe migliorare? Si può sempre migliorare. Se hai difficoltà e ti sembra davvero tanta roba da fare, dai un’occhiata ad AggiustaSEO, col quale posso darti una mano molto efficace.

Ora che hai queste 5 idee per la digital strategy del 2021, o riflessioni, o consigli… prendili come desideri, scegline uno e corri a metterlo in pratica! Nel frattempo, iscriviti alla mia newsletter nel form qui sotto, per restare sempre aggiornato sui contenuti del blog.