I personaggi di Scrivi: Marcello

Marcello

Siamo arrivati alla fine di questo viaggio alla scoperta dei personaggi di Scrivi, il mio romanzo d’esordio!

Nelle ultime settimane vi ho presentato Dorotea, Celeste e Igino attraverso le illustrazioni di Federica Giglio 

Concludiamo con un personaggio fondamentale, Marcello. Ho scelto di mostrare Marcello con due colori, perché  è presente in Scrivi in due momenti: un prima e un  dopo, che corrispondono a due differenti dimensioni. Quali? Non vi rovino la sorpresa, scopritelo cliccando sui link in fondo a questo post.

Marcello è  un bambino coscienzioso che accoglie le stranezze di Dorotea. In seguito diventa un adolescente irrequieto e solare, che le parla con lo sguardo e le risate in una lingua che solo loro conoscono. Marcello cambia per sempre la vita di Dorotea e le si lega a filo, accompagnandola in un processo intenso di presa di coscienza. È attraverso un continuo dialogo con lui, mai interrotto, che la protagonista trova infine la chiave racchiusa nel titolo del romanzo. 

Nell’illustrazione  Marcello, col suo sorriso e la sua voglia di vivere.

“𝑺𝒕𝒓𝒂𝒏𝒈𝒆 𝒘𝒐𝒓𝒍𝒅 𝒎𝒊 𝒓𝒊𝒆𝒎𝒑𝒊𝒆 𝒍𝒂 𝒎𝒆𝒏𝒕𝒆 𝒅𝒊 𝒂𝒄𝒒𝒖𝒂 𝒂𝒍𝒍’𝒐𝒅𝒐𝒓𝒆 𝒅𝒊 𝒄𝒍𝒐𝒓𝒐, 𝒒𝒖𝒂𝒏𝒅𝒐 𝒍’𝒂𝒔𝒄𝒐𝒍𝒕𝒐 𝒅𝒊 𝒏𝒖𝒐𝒗𝒐, 𝒂𝒅𝒆𝒔𝒔𝒐, 𝒅𝒐𝒑𝒐 𝟏𝟖 𝒂𝒏𝒏𝒊. 𝑺𝙩𝙧𝙖𝙣𝙜𝙚 𝙬𝙤𝙧𝙡𝙙, 𝙥𝙚𝙤𝙥𝙡𝙚 𝙩𝙖𝙡𝙠 𝙖𝙣𝙙 𝙩𝙚𝙡𝙡 𝙤𝙣𝙡𝙮 𝙡𝙞𝙚𝙨. V𝒆𝒅𝒐 𝒍𝒆 𝒈𝒐𝒄𝒄𝒊𝒐𝒍𝒊𝒏𝒆 𝒏𝒆𝒈𝒍𝒊 𝒐𝒄𝒄𝒉𝒊, 𝒊𝒍 𝒔𝒐𝒍𝒆 𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒊𝒄𝒄𝒉𝒊𝒂, 𝒆 𝒔𝒆𝒏𝒕𝒐 𝒍𝒆 𝒏𝒐𝒔𝒕𝒓𝒆 𝒓𝒊𝒔𝒂𝒕𝒆. 𝑬𝒓𝒂𝒗𝒂𝒎𝒐 𝒓𝒂𝒈𝒂𝒛𝒛𝒊𝒏𝒊, 𝒄𝒓𝒆𝒅𝒆𝒗𝒂𝒎𝒐 𝒔𝒂𝒓𝒆𝒎𝒎𝒐 𝒗𝒊𝒔𝒔𝒖𝒕𝒊 𝒑𝒆𝒓 𝒔𝒆𝒎𝒑𝒓𝒆.” 

Vi invito a seguirmi anche sui social network: @marianna.brogi su Instagram e alla mia pagina Facebook Marianna Brogi scrittrice.

Se i suoi personaggi vi hanno incuriosito, Scrivi è acquistabile sul sito dell’editore Geeko Editor oppure anche su Ibs

I personaggi di Scrivi: Igino

Igino

Ecco a voi un altro personaggio di Scrivi, il mio romanzo d’esordio!

Nelle ultime settimane vi ho presentato Dorotea e Celeste attraverso le illustrazioni di Federica Giglio 

Questa settimana è la volta di Igino

Igino è un affascinante marinaio che ama il suo lavoro in Marina e colleziona una donna in ogni porto. Mentre in Russia i bolscevichi prendono il potere, Igino in Italia è un vero comunista che spera possa accadere lo stesso nel suo Paese, ma il fascismo  prima e la Guerra poi frenano il suo entusiasmo. Igino incontra Celeste e decide che sarà lei l’angelo del suo focolare, poi  giunge a Pennabilli e s’innamora perdutamente della Madonna delle Grazie, il cui quadro è presente nella Chiesa di Sant’Agostino, rigato da antiche lacrime: le promette di tornare in età da pensione per stare accanto a lei per sempre. Cosa dite, Celeste sarà felice?

Nell’illustrazione  Igino, la devozione alla Madonna e al Comunismo bolscevico.

“𝒎𝒊 𝒑𝒊𝒂𝒄𝒆 𝒑𝒆𝒏𝒔𝒂𝒓𝒆 𝒂 𝑰𝒈𝒊𝒏𝒐 𝒄𝒐𝒎𝒆 𝒂𝒅 𝒖𝒏 𝒗𝒆𝒓𝒐 𝒑𝒆𝒓𝒔𝒐𝒏𝒂𝒈𝒈𝒊𝒐 𝒅𝒆𝒍 𝒔𝒆𝒄𝒐𝒍𝒐 𝒔𝒄𝒐𝒓𝒔𝒐, 𝒄𝒉𝒆 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒉𝒊𝒖𝒅𝒆 𝒊𝒏 𝒔é 𝒍𝒆 𝒈𝒓𝒂𝒏𝒅𝒊 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒓𝒂𝒅𝒅𝒊𝒛𝒊𝒐𝒏𝒊 𝒅𝒊 𝒖𝒏’𝒆𝒑𝒐𝒄𝒂 𝒅𝒊 𝒂𝒍𝒕𝒓𝒆𝒕𝒕𝒂𝒏𝒕𝒐 𝒈𝒓𝒂𝒏𝒅𝒊 𝒆 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒓𝒂𝒔𝒕𝒂𝒏𝒕𝒊 𝒔𝒗𝒐𝒍𝒕𝒆.”

Per non perdervi nemmeno un’illustrazione, vi consiglio di seguirmi anche sui social network: @marianna.brogi su Instagram e alla mia pagina Facebook Marianna Brogi scrittrice.

Scrivi è acquistabile sul sito dell’editore Geeko Editor oppure anche su Ibs

I personaggi di Scrivi: Celeste

Celeste

Ecco a voi l’altra co-protagonista di Scrivi, il mio romanzo d’esordio!

La settimana scorsa ho iniziato la carrellata di personaggi con Dorotea, attraverso le illustrazioni di Federica Giglio 

Questa settimana è la volta di Celeste

Celeste nasce a Pennabilli nel 1914, in piena Grande Guerra, e attraversa il Novecento: la fame, la povertà, una drammatica Seconda Guerra e poi la ricostruzione, il boom economico e i cambiamenti sociali della seconda metà del secolo. Celeste si sposta di città in città lungo le coste d’Italia e poi si ritrova di nuovo a Pennabilli, nei primi anni ’80, dove la sua storia intreccia quella di Dorotea e vi si lega per sempre.

Nell’illustrazione Celeste e Dorotea durante una delle loro avventure alla scoperta di Pennabilli e dintorni, tessendo insieme storie ed emozioni.  

“𝑳𝒂 𝒃𝒂𝒎𝒃𝒊𝒏𝒂 𝒅𝒆𝒄𝒊𝒅𝒆𝒗𝒂 𝒐𝒈𝒏𝒊 𝒎𝒐𝒔𝒔𝒂, 𝒆 𝒍𝒂 𝒔𝒊𝒈𝒏𝒐𝒓𝒂 𝒅𝒊𝒗𝒆𝒓𝒕𝒊𝒕𝒂 𝒍𝒂 𝒔𝒆𝒈𝒖𝒊𝒗𝒂. 𝑳𝒂 𝒃𝒂𝒎𝒃𝒊𝒏𝒂 𝒍𝒆 𝒄𝒉𝒊𝒆𝒅𝒆𝒗𝒂 𝒔𝒆𝒎𝒑𝒓𝒆 𝒅𝒊 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂𝒓𝒆. 𝑬 𝒄𝒐𝒔ì, 𝒄𝒂𝒎𝒎𝒊𝒏𝒂 𝒆 𝒄𝒂𝒎𝒎𝒊𝒏𝒂, 𝒍𝒆 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂𝒗𝒂 𝒍𝒂 𝒔𝒖𝒂 𝒔𝒕𝒐𝒓𝒊𝒂, 𝒎𝒂 𝒂𝒏𝒄𝒉𝒆 𝒎𝒊𝒍𝒍𝒆 𝒂𝒍𝒕𝒓𝒆.” 

Per non perdervi nemmeno un’illustrazione, vi consiglio di seguirmi anche sui social network: @marianna.brogi su Instagram e alla mia pagina Facebook Marianna Brogi scrittrice.

Scrivi è acquistabile sul sito dell’editore Geeko Editor oppure anche su Ibs

Vi presento i personaggi di Scrivi: Dorotea

Dorotea

Eccola, la (co)-protagonista di Scrivi, il mio romanzo d’esordio! 

È con lei che ho deciso di inaugurare una serie di presentazioni, sui miei social e qui sul blog, dei personaggi del mio romanzo. Per meglio descriverli, mi sono avvalsa della mano artistica di una bravissima illustratrice, Federica Giglio 

Federica ha risposto con entusiasmo alla mia proposta di collaborazione e ha cercato di calarsi dentro ogni personaggio, riuscendo in pieno a coglierne l’essenza e il colore. Per ognuno, infatti, abbiamo scelto insieme una gradazione di colore. 

Ne presenteremo uno a settimana, anche se nell’ultima, visto che arriva Babbo Natale, sarò più buona e ve ne regalerò ben due 😉

Per raccontare Dorotea, che attraversa le sue città preferite e ne rimane incantata, abbiamo scelto i colori caldi e solari delle strade di Los Angeles.

Attraverso le pagine di Scrivi, Dorotea parte dall’età adulta e ripercorre a ritroso la sua infanzia e la sua adolescenza vissute con due persone speciali che non ci sono più. Questo le fa molto male: Dorotea si trova in crisi, una crisi che è prima di tutto quella economica del 2008, ma anche crisi professionale e personale. Dorotea vorrebbe spiccare il volo e dedicarsi al suo sogno: scrivere. Ma ha ancora paura, la società con i suoi modelli e prescrizioni la paralizza di responsabilità e diktat. Attraverso il dialogo con le persone care che non ci sono più e intraprendendo i suoi viaggi, Dorotea cerca il CORAGGIO per volare alto…

“𝑴𝒂 𝒊𝒐 𝒉𝒐 𝒖𝒏’𝒂𝒏𝒊𝒎𝒂 𝒇𝒓𝒂𝒎𝒎𝒆𝒏𝒕𝒂𝒓𝒊𝒂, 𝒎𝒐𝒍𝒕𝒆𝒑𝒍𝒊𝒄𝒆, 𝒊𝒐 𝒏𝒐𝒏 𝒔𝒐 𝒒𝒖𝒂𝒍 è 𝒍𝒂 𝒗𝒆𝒓𝒊𝒕à 𝒏é 𝒍𝒂 𝒓𝒂𝒈𝒊𝒐𝒏𝒆. 𝑰𝒐 𝒗𝒊𝒗𝒐 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒂 𝒔𝒖𝒑𝒆𝒓𝒇𝒊𝒄𝒊𝒆 𝒅𝒊 𝑳𝒐𝒔 𝑨𝒏𝒈𝒆𝒍𝒆𝒔.”

Per non perdervi nemmeno un’illustrazione, vi consiglio di seguirmi anche sui social network: @marianna.brogi su Instagram e alla mia pagina Facebook Marianna Brogi scrittrice.

Scrivi è acquistabile sul sito dell’editore Geeko Editor oppure anche su Ibs

#iosostengogliesordienti

IMG_8144

Ho letto da qualche parte che dovremmo tutti quanti utilizzare i social network in quanto rete nel senso più classico del termine, e non solo perché fanno parte della rete, del web, ma perché ci offrono una possibilità incredibile. Quella di crescere insieme, e non di competere secondo un modello obsoleto e distruttivo, a lungo andare. Per questo ho pensato, e Geeko Editor mi ha subito sostenuta, che una campagna per sostenere tutti gli scrittori esordienti sarebbe stata una grande idea e una grande occasione per tutti noi.

Avete un profilo Instagram? No? Fatevene uno allora, cosa state aspettando? 🙂

Fatto? Bene, allora adesso prendete un libro di uno scrittore esordiente (tipo il mio) e fatevi un selfie come quello che ho postato qui sopra. Fatto? Bene. Adesso postatelo sul vostro profilo Instagram, nuovo di zecca, taggate me e Geeko Editor e utilizzate l’hashtag #iosostengogliesordienti

Lo scopo è quello di far girare i nostri libri, farci conoscere, perché tutti parliamo tanto di leggere libri, dell’editoria che non scommette su di noi (ne ho parlato proprio qui) ma quanto sosteniamo davvero, ognuno di noi, gli scrittori esordienti?

E se ognuno facesse una piccola parte per qualcun altro, non sarebbe bellissimo?

Per non parlare dei premi in palio con questo Contest! Eh si, perché poi a fine anno anno ci sarà un sondaggio sulle storie di Instagram e voi potrete votare il selfie che più vi è piaciuto. In palio un eBook tra quelli pubblicati da Geeko Editor oppure, per un autore, un’intervista pubblicata sul sito.

Avanti coi selfie, e che la vostra prossima lettura sia l’esordio di uno scrittore!

 

Perché scrivo

IMG_8578

Scrivere è il verbo che ha contraddistinto in maniera preponderante gli ultimi dieci mesi della mia vita. Forse dovrei dire tutta la mia vita, ma qualcosa di significativo è accaduto quest’anno e mi ha permesso di evolvere in una nuova direzione.

Tu che mi stai leggendo, hai mai pensato a quale verbo corrisponde il tuo fare?

Io sì.

E non scelgo il verbo scrivere solo per il titolo del mio primo romanzo Scrivi, pubblicato proprio quest’anno da Geeko Editor. Il titolo di qualsiasi testo è già parte integrante di esso e ne descrive la natura; ne dà un assaggio importante e lo segnerà per sempre. Questo titolo, in particolare, è stato uno starter per me. Scrivi! Mi sono detta. E Scrivi è la risposta del mio romanzo. Ogni storia pone una domanda. La risposta si trova, di solito, alla fine. In questo romanzo, io fornisco la risposta in copertina, e poi racconto come: come la vita ti mette alla prova e viene a bussare alla tua porta. Sta a noi trovare quella risposta. Quella giusta.

Si devono fare delle scelte, e spesso anche delle rinunce, per intraprendere strade difficili, tortuose, che però rispecchino il nostro fare. Non c’è nessuna strada facile, e lasciare la propria comfort zone comporta fatica. Sono stata felice di lasciare il mio lavoro e dedicarmi alla scrittura, come ho scritto qua. Ma non sono andata in vacanza per fare ciò che amo: questo ha significato e significa impegno e studio costante per raggiungere risultati, quei risultati che vedo arrivare ogni giorno, piano piano, ma che sono ancora lontani dal mio obiettivo. Tuttavia, il mio obiettivo non è un punto morto, un punto finale, ma un fluido divenire, come le parole di un racconto. Dunque, in questo mondo ammorbato da odio e invidia sociale, pensate prima di sparare: ogni conquista si ottiene attraverso l’impegno. Ci si può mai realmente dire arrivati? Io credo di no, e credo, anzi, che studiare costantemente sia una condizione necessaria per ogni strada che si sceglie, non solo la mia, che per definizione richiede di stare sui libri continuamente. Ho dovuto imparare ad accettare le critiche, soprattutto perché mi portano del buono e mi aiutano a capire, ho dovuto imparare a rileggermi e a modificare tutto, una volta stesa la sfoglia: rimpastare daccapo, perché alla millesima stesura sarà una meraviglia. Anche se ora appare informe. Ho dovuto apprendere la pazienza e infine la costanza. Ho imparato, e lo imparo ogni giorno, a bussare alle porte per vendere le mie storie anche se a volte è imbarazzante e a credere in me stessa. Su dieci che se ne chiudono, ce n’è almeno una che si apre. Ma bisogna insistere, avere la testa d’ariete e se necessario sfondarle, quelle porte.

Dunque perché io Scrivo? Scrivo perché devo raccontare delle storie. Non solo ho da raccontare le mie storie, ma ci sono altre migliaia di storie che riguardano ognuno di voi e io sento di doverle raccontare.

Perché è attraverso il racconto che l’uomo vive e costruisce la sua narrazione ogni giorno della sua vita.

Scrivo perché le parole scorrono nelle vene del mio corpo al posto del sangue. Scrivo perché mi si strappa il cuore se ci penso, e la passione brucia il mio essere: scrivo perché non so fare niente altro a questo mondo e nient’altro voglio fare.

go_with_the_flow

 

 

Parole e storie di Pennabilli, La presentazione itinerante di Scrivi

IMG_7094

L’estate sta volgendo al termine ma nell’aria c’è ancora voglia di sole e di paesaggi verdi e rinfrescanti, di quelli che ti mozzano il fiato e ti ricordano pomeriggi vissuti passeggiando e raccontando storie… Come durante la presentazione itinerante del mio romanzo d’esordio Scrivi, il 4 Agosto scorso a Pennabilli.

A quasi un mese di distanza dalla presentazione che io e Geeko Editor abbiamo fatto per le vie  di Pennabilli, ho pensato di inserire qua sul mio blog un resoconto, sperando di far arrivare a chi non c’era le emozioni che abbiamo vissuto tutti insieme quel sabato estivo con la brezza di Pennabilli, “l’aria che solo a Pennabilli può esserci” cit. Scrivi.

Pennabilli non solo è il mio paese natale, nel quale ho vissuto per ben ventisette anni, ma è anche il paese natale del mio primo romanzo. È proprio qua, infatti che Scrivi è ambientato e nato. Insieme ai Geeki abbiamo pensato di organizzare  una presentazione itinerante per le vie di questo luogo affascinante:  una presentazione letteraria, ma non di quelle classiche, frontali, nei quali l’autore legge parte del suo libro e ne parla davanti a una platea che raramente partecipa, bensì un momento di incontro, condivisione e conoscenza del territorio, con l’aiuto prezioso della Pro Loco e del Comune di Pennabilli.

L’appuntamento era alle 17 all’Orto dei frutti dimenticati, un luogo magico:

dav

dove, insieme ai Geeki e all’assessore del Comune di Pennabilli Patrizia Canini abbiamo dato il via alla nostra passeggiata per i luoghi di Scrivi.

20180804_171842

Tanti i partecipanti, che si sedevano a ogni tappa intorno a me e ad Alba per ascoltare alcune passaggi di Scrivi:

dav
Lettura di Scrivi nell’Anfiteatro in Piazza Garibaldi

sdr
Lettura di Scrivi in piazza Vittorio Emanuele

“Due metri di neve pararono la caduta di un neonato dalla finestra dell’edificio sopra l’ufficio postale, in piazza Vittorio Emanuele. Sua madre era giovane, troppo giovane, non ancora sposata, fatto alquanto spiacevole per i tempi, e quella bambina era proprio una disgrazia… Fu così che, appena nata, Celeste venne gettata dalla finestra, da quella che fino alla fine dei suoi giorni sognò come la sua mamma. La caduta sulla neve è il primo di una serie di eventi che narrano una vita, ma sembrò segnare quella piccola esistenza per sempre, diventando un po’ la metafora di qualsiasi altro evento accaduto successivamente.” da Scrivi, 2018, Geeko Editor

20180804_175411
Lettura di Scrivi nella piazzetta di Sant’Agostino

 

Insieme a noi avevamo Giuseppe Giannini della Pro Loco che ci ha dato numerose informazioni storico-turistiche di Pennabilli, relative ad esempio alla via delle Meridiane,  e poi la storia di Fra Orazio da Pennabilli e il suo legame col Tibet

IMG_7101
Beppe ci racconta la via delle Meridiane

IMG_7137
Prima di salire al Roccione, ascoltiamo da Beppe la storia di Fra Orazio da Pennabilli

Quindi non solo le storie di Scrivi, ma anche altre storie che hanno  come sfondo Pennabilli e la sua bellezza.

sdr
salita al Roccione: si vedono già le campane di Lhasa!

IMG_7141
Lettura di Scrivi davanti alle campane di Lhasa

20180804_182144
Panorama della Rupe vista dal Roccione

 

IMG_6762
Tra una storia e l’altra, abbiamo fatto anche tante risate con i vecchi amici

IMG_7118
… E con i Geeki <3

Poi abbiamo proseguito per il Parco e sulla Rupe, per le ultime letture… In ogni luogo in cui abbiamo scelto di fermarci, è stato possibile localizzare una parte della storia di Celeste oppure di Dorotea, le protagoniste di Scrivi e ascoltare le nostre letture immaginandosi le protagoniste proprio lì, nei luoghi del romanzo

IMG_7144

8bcd10f1-f002-4216-9dbb-02704c7cbf8b

Una volta finita la nostra passeggiata, è arrivato il momento dell’aperitivo tutti insieme, e siamo rientrati all’Orto per i saluti e per un brindisi…

dav

Molte delle persone che ci hanno accompagnato durante questa passeggiata e che hanno ascoltato le storie di Celeste e Dorotea hanno poi usufruito del punto pc che avevamo predisposto per acquistare l’eBook.

Se, dopo aver visto queste splendide immagini, anche voi siete curiosi di saperne di più, Vi invito a cliccare sul questo link e leggere l’anteprima oppure direttamente scaricare l’eBook nei formati pdf, ePub o Mobi.

Vi lascio con un’altra bellissima immagine della Rupe di Pennabilli. È proprio lei, in fondo, la protagonista indiscussa di tutte le storie di Scrivi. 

dig

Presentazione Scrivi e Geeko Editor alla Confraternita dell’uva a Bologna

Venerdì 13 luglio Geeko Editor, io, Salvatore Improta e Alessandro Mambelli ci siamo ritrovati alla Confraternita dell’Uva a Bologna per un Aperitivo Letterario, durante il quale abbiamo raccontato un po’ di noi, del nostro lavoro, dei nostri progetti futuri, ma soprattutto per stare insieme e condividere un bicchiere di vino e qualche risata in mezzo ai libri.

c4baae5e-53d8-42c5-a269-6376e4733c6f
Nella foto, i tre autori emiliani di Geeko Editor, da sinistra Salvatore Improta, Alessandro Mambelli e io, Marianna Brogi

Già nel pomeriggio abbiamo iniziato a girare per Bologna, città meravigliosa piena di cultura e di ispirazioni interessanti per le nostre scritture…

 

Poi, con un po’ di emozione siamo andati alla bellissima Confraternita, un posto eccezionale per gli amanti dei libri perché, come potete vedere anche sulla loro pagina Facebook,  organizzano numerose presentazioni di libri, inoltre sono libreria ed enoteca… cosa si potrebbe desiderare di più da un luogo dove rilassarsi e fare due chiacchiere con gli amici?

 

Durante la presentazione, i nostri Fabio Antinucci e Alba Grazioli hanno raccontato del loro progetto editoriale, Geeko Editor appunto, con Lidia Verdone, il terzo membro del team che ci filmava dalla prima fila. Cos’è Geeko Editor? È una casa editrice online, social e interattiva, nata lo scorso anno grazie all’idea di questi tre fantastici ragazzi, alla loro passione e al crowdfunding su Eppela. Geeko nasce dall’esigenza, sempre crescente, di una maggiore interazione tra quelli che sono i desideri e i gusti del pubblico e le case editrici. Nasce così una community che permette agli iscritti, lettori e scrittori, di pubblicare racconti, partecipare ai contest, ma anche semplicemente leggere e votare, parlare insieme di libri e letteratura, insomma: interagire. Geeko Editor è anche, naturalmente, casa editrice e  seleziona alcuni manoscritti sottoponendoli poi al giudizio del suo pubblico. I vincitori dei contest di pubblicazione entrano nel catalogo degli eBook in vendita su Geeko, in seguito naturalmente a un attento e scrupoloso lavoro di editing. La serata è continuata con i racconti e le domande a noi Geeko autori. Il primo tra i tre eBook pubblicati degli autori presenti alla serata, Brucia di Salvatore Improta, narra una meravigliosa storia in cui dominante è la forza della creazione letteraria. Io personalmente ho molto apprezzato Brucia (potete leggere la mia recensione al link sopra), in particolare il sapiente gioco architettonico di costruzione dei vari livelli narrativi che dipanano le vite di questi giovani scrittori sullo sfondo della Bologna di vie centrali e di nebbia.

Nella famiglia Geeko siamo poi arrivati dall’Emilia Romagna anche io e Alessandro Mambelli, con i nostri Scrivi e Sunset Strip.

 

Vi ho già parlato a lungo del mio Scrivi, in ogni caso per ogni ulteriore info basta cliccare sul link sopra, oppure qui.

Sunset Strip di Alessandro Mambelli è una storia ambientata a Los Angeles, città delle luci scintillanti di Hollywood ma anche delle atmosfere decadenti e dei sogni infranti. Il suo protagonista, Paul Morry, si muove attraverso belle donne, ispirazioni letterarie e alcol. Mi riprometto di leggerlo quanto prima! Intanto, date un’occhiata anche voi all’anteprima, al link sul titolo del romanzo: molto promettente.

È stata una bella serata, ricca di risate tra amici, di racconti e di letture, di percorsi letterari differenti ma di passione comune, di luoghi narrati e sognati.

IMG_6803
il nostro pubblico presente alla Confraternita dell’Uva a Bologna

È stata in particolare una serata in cui era palpabile l’amicizia e l’empatia che c’è tra editori e autori, in quello che è davvero un lavoro intimo e importante: la condivisione delle proprie scritture. Credo fermamente che il futuro si debba fondare su progetti di questo tipo, dove la componente umana, la passione e la condivisione degli intenti superino gli interessi economici e dei grandi numeri.

a26d8f3d-34df-4231-889f-037d78bffad1

Vi invito dunque a visitare il sito di Geeko e a entrare numerosi nella community, per condividere insieme a noi questo cammino importante sulla lunga e prosperosa strada della letteratura.  Nell’attesa, naturalmente, del prossimo fantastico evento: la presentazione itinerante di Scrivi a Pennabilli, in programma per il 4 agosto presso l’Orto dei frutti dimenticati. Chi è da quelle parti, venga a farsi una passeggiata e a conoscere me e Geeko Editor! Saremo felici di avervi tra noi 🙂

IMG_6667